abcveneto.com
fotonotizie per la stampa: Marcellino Radogna
Direttore Federico De Nardi www.abcveneto.com domenica 10 febbraio  2008
prima pagina di Abcveneto editoriale contatti archivio
Teatro, musica, arte e spettacolo a Chioggia

A cura di Abcveneto

Parte il 17 febbraio “Domeniche IN… Chioggia”, la rassegna di teatro, musica, arte e spettacolo che allieterà le domeniche pomeriggio dei cittadini di Chioggia all’Auditorium San Nicolò fino all’11 maggio per poi far ritorno in autunno. La rassegna promossa ed organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Città di Chioggia, con la collaborazione della Regione del Veneto e del Circuito Teatrale Regionale Arteven, si articola in 7 appuntamenti dal concerto di musica leggera alla fiaba popolare, passando per due commedie di Carlo Goldoni al concerto di ariette in dialetto veneziano fino ad arrivare al musical comico dedicato alle famiglie e ai bambini, tutte allettanti proposte per spegnere la televisione e passare le Domeniche In… Teatro!

Si apre il sipario domenica 17 febbraio con MICHELE FENATI che presenterà le sue CANZONI DEL SOLE – TRIBUTO A LUCIO BATTISTI, lo accompagneranno Vincenzo Fabbri al pianoforte, Stefano Martini al violino e Lorella Pirazzini al violoncello. Il concerto è un viaggio musicale dedicato al cantautore nato a Poggio Bustone, per rivivere le tappe fondamentali della sua straordinaria carriere. Si potranno riascoltare brani celebri come La canzone del sole, E penso a te, Il mio canto libero e Anche per te ma anche meno noti quali La luce dell'est, Prendila così e L'aquila. Alcune canzoni sono annunciate presentando il 45 giri della canzone stessa e durante il concerto vengono raccontati alcuni aneddoti e curiosità riguardanti Lucio. Nella serata - nella "finestra" titolata I Miti - vengono anche riproposte le canzoni di quattro grandi cantautori dell'epoca di battisti: 4/3/43 di Lucio Dalla, Bocca di rosa di Fabrizio De Andrè, Margherita di Riccardo Cocciante e Lo shampoo di Giorgio Gaber.
Secondo appuntamento domenica 2 marzo con la COMPAGNIA DI PROSA DEL TEATRO SALIERI con il primo appuntamento con la commedia di Carlo Goldoni, LA CASA NOVA, adattamento e regia di Fabrizio Rinaldi. Nelle Mémoires, Goldoni stesso dice che La casa nova è una delle sue commedie preferite, in particolare “per la linearità e l’equilibrio dell’azione e di tutto l’organismo scenico”. Perfetta nel suo equilibrio, comica, dosata con grande intelligenza scenica è questa una commedia al femminile. Le protagoniste infatti, ancora una volta nel teatro goldoniano, sono le donne: Cecilia la moglie superba, Checca la saggia donna di casa, meneghina l'insoddisfatta giovane innamorata, Rosina la curiosa ragazza in cerca di emozioni e Lucietta la serva intrigante. Gli uomini, pure utili allo svolgimento della vicenda, sono di contorno e servono quasi di “appoggio” alle vere protagoniste della pièce.
Domenica 16 marzo sarà la volta del PICCOLO TEATRO DELLA “CITTÀ DI CHIOGGIA” con LE BARUFFE CHIOZZOTTE di Carlo Goldoni, regia di Franca Ardizzon. Rappresentata per la prima volta a Venezia nel gennaio del 1762, Le baruffe chiozzotte è una delle commedie più frizzanti e caratterizzate di Carlo Goldoni. Scritta in dialetto veneziano, è ambientata a Chioggia, in quel mondo di pescatori già protagonista di altri testi di Goldoni. Tra schermaglie amorose, intrighi, litigi e colpi di scena, la storia giunge a un lieto fine che pacifica protagonisti e spettatori. La messinscena del Piccolo Teatro "Città di Chioggia" è freschissima e conserva tutto il brio dell’originale goldoniano, con la vita del popolo chioggiotto sullo sfondo dei canali e le viuzze, con le donne intente al lavoro e gli uomini in mare. Una rappresentazione che è al tempo stesso vivace, divertente e poetica.
La COMPAGNIA TEATRALE MATTIOLI, domenica 30 marzo sarà in scena con PREZZEMOLINA di e con Monica Mattioli, regia di Monica Mattioli e Renata Coluccini. Spettacolo liberamente ispirato alla fiaba popolare della Raccolta Fiabe Italiane di Italo Calvino. In un orto una donna, un po’ strana, parla al suo prezzemolo. Lo innaffia, lo coccola….Ma oggi è arrivato il momento di vendere quel prezzemolo e come ogni volta che arriva il momento la donna non ce la fa. Nell’orto ci sono alcuni segreti legati alla storia  di una fanciulla che come tutte le fanciulle ha una mamma e che come tutte le mamme è bellissima… bella… carina… cioè particolare…. anzi unica! E come in tutte le fiabe che si rispettino, c’è anche una fata. Una fata? A dire il vero è un’orchessa: il suo nome è Morgana, che quando sorride ha dei denti… denti? A dire il vero ha una dentiera di ferro. E poi c’è lui: Memè il più bello che la mamma fè! che è anche un po’ magico e che con le sue magie fa sospirare lei, Prezzemolina. Sospiri tu che sospiro anch’io….con i loro sospiri d’amore riusciranno a…. e vissero felici e contenti!
Domenica 6 aprile il GRUPPO TEATRALE “LA BOTTEGA” porterà all’Auditorium San Nicolò lo spettacolo dal testo inedito di Alberto Borra, …CI PENSA ALBERTO, adattamento e regia di angelo Tabaro. Maria Schiavon ha una famiglia particolare, un po’ strampalata: ha un marito abile nell’evitare il rischio di trovare un lavoro; due figlie, la prima in procinto di sposarsi e la seconda aspirante attrice; un figlio laureando in giurisprudenza, che interpreta le discussioni famigliari in vicende processuali; una cognata, ombrosa presenza in casa; uno suocero prossimo allo sfratto… la sua camera sarà infatti il futuro nido d’amore dei novelli sposi. Il nonno dovrà così trasferirsi in casa di riposo, presentata come un moderno “college inglese” diretto da miss Lilliput, istitutrice severa ma con un debole. La vita di questa bizzarra famiglia si incrocerà con quella di Vanni e sua moglie Olga…
Penultimo appuntamento della rassegna domenica 13 aprile con Aldo Fiorentin al pianoforte, accompagnato da Paola Marzolla soprano, Marco Dainese tenore in un concerto di ariette in dialetto veneziano DEDICATO AD ANTONIO BUZZOLA. Se una notevole parte della produzione di Antonio Buzzolla (Adria 1815 - Venezia 1871) consiste in composizioni a carattere sacro, la sua fama è legata alla musica da camera vocale. Egli scrisse infatti una notevole quantità di arie e canzonette, molte delle quali in dialetto veneziano, per canto e pianoforte, che incontrarono un notevole favore presso il pubblico italiano. Questo concerto, interamente dedicato e volto al recupero della musica del compositore veneto,  propone una ricca scelta di Ariette in dialetto veneziano, accanto ad alcuni brani per pianoforte. Per permettere al pubblico di meglio assaporare l'ascolto dei differenti pezzi in programma per la serata, prima dell'esecuzione ogni brano viene introdotto da una breve presentazione così come, prima dello spettacolo, agli spettatori viene fornita una copia dei testi delle Ariette.
IL TEATRO DEI PAZZI chiuderà la rassegna domenica 11 maggio con ALADIN E LA PRINCIPESSA, musical comico per famiglie, scrittura e regia di Giovanni Giusto. Questo originale musical comico mescola le gags della Commedia dell’Arte alle sonorità moderne e vede in scena attori e ballerini che danno vita a uno spettacolo dal ritmo sostenutissimo che rapisce l’attenzione del pubblico. Questo allestimento trae spunto dalla versione disneyana di grande successo a cui la compagnia ha aggiunto momenti di balletto e di teatro, espressi attraverso i linguaggi espressivi universali quali la danza e la gestualità propria della Commedia dell’Arte. Un giovane di Baghdad, Aladino, scopre una lampada magica in grado di esaudire i desideri. Poiché ama ed intende sposare Jasmine, la figlia del sultano, ma non può corteggiarla a causa delle proprie umili origini, Aladino chiede aiuto al genio della lampada per coronare il suo sogno d’amore.

INIZIO SPETTACOLI ORE 17.30

BIGLIETTI
€ 3,00 per 1 biglietto
ma se porti un amico a teatro 2 biglietti ti costeranno in totale  € 5,00

VENDITA il giorno stesso dello spettacolo dalle 16.00 presso l’Auditorium San Nicolò di Chioggia

INFORMAZIONI biblioteca tel. 041.5501110
www.arteven.it

 

A cura di Abcveneto

V anno,  2008
str
strr
stricca
 

 

abcveneto.com